Vantaggi e Benefici della Masturbazione

Ancora oggi alcune persone credono che masturbarsi impoverisca la vista o addirittura renda ciechi. Questo mito risale ai tempi di Aristotele in cui si credeva che il seme fosse un prodotto del cervello, in particolare della zona intorno agli occhi.


Fino al primo decennio del secolo scorso se si fosse chiesto al proprio medico quali fossero gli effetti della masturbazione maschile questi avrebbe risposto: indebolimento, consunzione, brufoli, declino dell’intelletto, perdita di memoria, attacchi d’ira, pazzia, epilessia e febbre.

L’autoerotismo di per sé nel 1877 veniva definito dal dottor Kellogg “abuso autosomministrato”. Si riteneva che potesse impoverire il corpo e i nervi, togliendo energia e sostanze nutritive indispensabili alla salute, indebolendo il seme e rendendo impossibile procreare.


Con il progredire della scienza, la rivoluzione sessuale degli anni ‘70 e l’ammorbidimento di molti tabù abbiamo assistito a un ribaltamento della situazione come non se ne erano mai visti prima: non solo masturbarsi non è dannoso ma si sono scoperti una serie di effetti positivi insperati, primo tra i quali aumentare proprio quella fertilità che preoccupava i nostri predecessori.


Gli spermatozoi hanno una vita media di 5-7 giorni e gli spermatozoi più giovani sono anche i più mobili e sani, con la produzione di 3 milioni di spermatozoi nuovi al giorno la masturbazione permette di liberarsi del vecchio sperma ed avere un seme con alta qualità sempre pronto.


Alcuni studi suggeriscono anche che la masturbazione aiuti a prevenire il cancro alla prostata, eiaculando dalle 7 volte a settimana alle 21 volte al mese, a seconda della ricerca. Con altri studi abbiamo determinato che l’eiaculazione può aiutare ad aumentare la difese immunitarie, specialmente contro tumori e infezioni virali.


A tutti questi effetti sistemici si aggiungono effetti ormonali immediati, soprattutto la scarica di dopamina, ossitocina e prolattina responsabili della soddisfazione e del buon umore post orgasmici. Il sistema parasimpatico crea uno stato generale di rilassamento e come effetto più a lungo termine l’orgasmo genera serotonina che migliora il nostro umore e la proattività nelle ore successive.


È vero, queste eiaculazioni si possono ottenere anche tramite i rapporti sessuali, ma per una persona che fa sesso regolarmente la masturbazione porta comunque dei vantaggi che il sesso fatica a raggiungere.

Tra i benefici della masturbazione citiamo inoltre il rilascio della tensione sessuale e mentale, senza lo stress dell'ansia prestazionale legata ai rapporti. Questa permette di lavorare sulla propria consapevolezza e di “allenarsi” al piacere e alla prestazione: modificare la propria tecnica masturbatoria permette infatti di migliorare erezione e tempistiche ed è un modo per combattere il malumore, dormire meglio e addirittura ha un effetto analgesico su alcuni dolori come il mal di schiena.


Inoltre l’autoerotismo non toglie la voglia o la volontà di fare sesso: l’ormone prolattina, che determina la nostra “sazietà sessuale” viene liberato il 400% in più dopo un orgasmo legato a un rapporto sessuale che a una masturbazione. Quindi masturbatevi pure, non c’è rischio che poi il sesso vi venga a noia, anzi.

 

Articolo a cura di Claudio Morandini - Fisioterapista, riabilitatore perineale, consulente sessuologo ed esperto in educazione sessuale.